Vai a…
RSS Feed

16 Settembre 2019

Formazione per le Scuole Superiori su “Fake News e bolle informative”


HIGHLIGHTS DEL PROGETTO

Il progetto ideato nell’ambito delle attività di Osservatorio21 si è sviluppato in collaborazione con l’Unione Industriale di Torino e il Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi.

FASE 1 -TEST 2017

OBIETTIVO GENERALE

L’obiettivo del percorso è sviluppare nel mondo giovanile (14-18 anni) consapevolezza nei confronti di mezzi e dinamiche della comunicazione digitale contemporanea per imparare a usarli con consapevolezza e piena misura delle conseguenze delle proprie azioni e sviluppare la capacità critica nei confronti di uno strumento molto potente e utile allo sviluppo, ma potenzialmente dannoso se usato in modo poco consapevole. Si parte dalla definizione del concetto di fake news, si affronta il tema dell’algoritmo di selezione e distribuzione automatica delle notizie sui social media e dell’informazione bubble, si chiude con una serie di riflessioni e buone pratiche da osservare quando si naviga su Internet.

STRUTTURA (3 ORE)
  • Presentazione delle problematiche e dell’attività di laboratorio (60 )
  • Attività di gruppo di ricerca e analisi delle notizie (60 )
  • Valutazione dei lavori di ricerca e analisi (60 min.)
REALTÀ COINVOLTE

La fase di test ha coinvolto 6 classi per un totale di 150 ragazzi e ragazze dai 14 ai 17 anni del liceo classico Massimo D’Azeglio di Torino e dell’Istituto Tecnico Natta di Rivoli (Torino). Il format è stato molto apprezzato dagli studenti, che hanno gradito in particolare la formula che alterna teoria e lavoro di gruppo e in generale i toni del progetto non allarmisti e orientati alla responsabilizzazione. Forte condivisione è stata espressa anche dal personale docente che ha richiesto di proseguire ed estendere il progetto all’anno scolastico 2017/2018.

FASE  2  – PROGETTO PILOTA 2017/2018

OBIETTIVO GENERALE

L’obiettivo del percorso è sviluppare nel mondo giovanile (14-18 anni) consapevolezza nei confronti di mezzi e dinamiche della comunicazione digitale contemporanea per imparare a usarli con consapevolezza e piena misura delle conseguenze delle proprie azioni e sviluppare la capacità critica nei confronti di uno strumento molto potente  e utile allo sviluppo ma potenzialmente dannoso se usato in modo poco consapevole. Si parte dalla definizione del concetto di fake news, si affronta il tema dell’algoritmo di selezione e distribuzione automatica delle notizie sui social media e dell’informazione bubble, si chiude con una serie di riflessione e buone pratiche da osservare quando naviga su Internet. Il progetto pilota comprende un momento formativo dedicato al personale docente con due obiettivi: fornire strumenti, conoscenze e occasioni di riflessione sul tema e prepararli all’affiancamento degli studenti nello svolgimento della ricerca. Obiettivo del progetto pilota è allargare ulteriormente la sperimentazione a circa 20/30 classi dei due istituti con cui è stata attuata la fase di test in vista della fase 3 del progetto.

STRUTTURA (6 ORE)
  • Formazione per i docenti (60 )
  • Presentazione delle problematiche e della missione (60 )
  • Attività di gruppo di ricerca e analisi delle notizie da svolgersi in autonomia dalla classe con momenti di affiancamento e checkup dei lavori svolti (2 settimane, 2 incontri di affiancamento da 60 l’uno)
  • Valutazione delle attività svolte dagli studenti (2 ore)

FASE  3  – ALLARGAMENTO ESPERIENZA ALLA CITTÀ METROPOLITANA

Alle fasi di test e di pilota seguirà un ulteriore allargamento del progetto coinvolgendo gli istituti superiori della Città Metropolitana di Torino in sintonia con gli obiettivi formativi stabiliti dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie daProgetti