Vai a…
RSS Feed

24 Maggio 2019

TAV

La comunità scientifica smentisce l’analisi costi-benefici di Ponti

L’Osservatorio per l’Asse Ferroviario Torino-Lione (ente istituito dalla Presidenza del Consiglio del Governo Italiano – http://presidenza.governo.it/osservatorio_torino_lione/index.html ) ha pubblicato il Quaderno n. 14, nel quale una miriade di accademici, tecnici ed esperti italiani e stranieri contestano il metodo, i dati ed i risultati della cosiddetta ACB del prof. Ponti relativa al progetto TAV. Il Quaderno

Manifesto comune per lo sviluppo

Il Sistema delle Imprese e del Lavoro (36 organizzazioni) e le associazioni OSSERVATORIO21 – Sì Torino va avanti – Sì TAV Sì Lavoro hanno redatto un manifesto comune per promuovere l’evento del 6 aprile 2019 a Torino: API Torino, CONFAPI Piemonte, Unione Industriale Torino, AMMA, Federmeccanica, Confindustria Piemonte, CNA Torino, CNA Piemonte, Casartigiani Torino, Confartigianato

TAV: 19 esperti criticano l’analisi ACB

Tav, “nell’analisi costi-benefici molti errori e omissioni” Docenti universitari ed esperti di Economia e Ingegneria dei trasporti criticano il metodo dell’indagine Firmato dai seguenti docenti universitari ed esperti di Economia ed Ingegneria dei trasporti: Andrea Boitani (Università cattolica di Milano) Giulio Erberto Cantarella (Università di Salerno) Agostino Cappelli (Università IUAV di Venezia) Ennio Cascetta (Università

Analisi Costi / Benefici: vogliamo conoscere la verità?

ASSE FERROVIARIO TORINO LIONE Lettura critica della ACB L’Osservatorio governativo dell’Asse Ferroviario Torino-Lione, dopo lettura del documento ACB del prof. Ponti sulla TAV, ha inviato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti una relazione che ripercorre punto per punto l’analisi, precisando i dati, correggendo gli errori e spiegando la metodologia corretta. Per chi vuol conoscere

Per la TAV decide il PARLAMENTO, non il GOVERNO

La Ue ha fatto sapere che in caso di ritardi prolungati l’Italia dovrà restituire i fondi già stanziati. Ma la Tav dal 2017 è una legge dello Stato e il governo da solo non può cambiarla. “Non possiamo escludere, se ci sono ritardi prolungati, di dover chiedere all’Italia i contributi già versati” per la Tav.

Lettera aperta ai presentatori e conduttori di programmi tv

Assistiamo da alcuni mesi, con un crescendo impressionante, alla diffusione nelle radio e nelle televisioni di notizie false, distorte e manipolate. Questo fenomeno, già presente nelle reti “social” (dove si giustifica per l’intervento di soggetti non qualificati o incompetenti), diventa reprensibile quando alla diffusione di notizie false concorrono professionisti della comunicazione come i conduttori di

I DATI UFFICIALI (E VERI) DELLA TAV

L’Osservatorio del Governo Italiano per l’Asse Ferroviario Torino-Lione ha pubblicato il 21 gennaio 2019 due documenti (uno di dettaglio, l’altro di sintesi) che riportano i dati UFFICIALI e CERTIFICATI relativi al progetto TAV.

TAV: i trucchi di Toninelli

Perché l’Analisi costi-benefici voluta da M5s (e fatta da ingegneri 5 su 6 contrari alla Tav) non ha seguito le linee guida ufficiali? 13.01.2019 – Roberto Zucchetti Manifestazione pro Tav sabato a Torino (LaPresse) Fare “la Tav” è cosa utile o dannosa? Credo che si debba iniziare chiedendosi cosa sia “la Tav”. Tav vuole dire

Post più vecchi››